BUFALA – profilo chiede amicizia per modificare foto e ricattare.

fateattenzione

Gira su Facebook, complice le tante persone che, incautamente ma in buona fede, lo copiano ed incollano sulle loro bacheche, questo avviso allarmistico:
“Ragazzi fate attenzione c’è un tizio che gira su Facebook, un certo Pinco Pallino (in realtà la bufala gira con diversi nomi, io evito di dare ulteriori problemi agli omonimi censurando il nome)  che ti chiede l’amicizia e poi non so come ti registra tramite web e fa un fotomontaggio per ricattarvi. Fate copia e incolla di questo messaggio.😬……………..a tutti i miei amici chiedo cortesemente di fare il copia incolla,proprio perché questo bastardo chiede amicizia a donne eppoi fa montaggi x ricattare. Vi prego segnalatelo…grazie per l’attenzione”

Cominciamo con il dire che se qualcuno avesse REALMENTE subito e dovuto affrontare un problema del genere, bene avrebbe fatto a DENUNCIARE SENZA INDUGIO alla Polizia Postale (che ha giurisdizione su internet) il fatto e “Pinco Pallino” avrebbe certamente passato i guai suoi.

Subito dopo ragioniamo sull’efficacia effettiva di quello che stiamo facendo: ammettiamo pure che ci sia un abilissimo delinquente informatico  che chiede l’amicizia per rubarti le foto (perché mai? con tutti i profili che hanno le  foto pubbliche?) e fare un fotomontaggio allo scopo di ricattarti, perché usare sempre lo stesso profilo, che evidentemente non è il suo reale (non si usa nome e cognome per commettere un reato), quando a fare un nuovo profilo Facebook ci vogliono tre minuti? A quel punto condividere l’allarme su Pinco Pallino è assolutamente inutile: l’ipotetico delinquente avrà già un altro profilo sicuro dal quale chiedere l’amicizia a donne sprovvedute per  manipolare le foto e ricattarle.

Questo tipo di catene di Sant’Antonio basate sul copia e incolla di affermazioni senza alcuna verifica (almeno un link al profilo, se l’allarme è stato lanciato da qualcuno che ha sperimentato il problema potevano mettercelo, no?) e senza alcuna efficacia (e quindi senza alcun fondamento) non sono innocue. Recano decisamente danno agli omonimi di Pinco Pallino. Un omonimo del Pinco Pallino del post da cui ho tratto l’immagine che apre l’articolo, fa il ristoratore e sul suo profilo si trovano i seguenti post:

12/12/2016 ore 20:28 “Mi stanno dicendo che qualcuno con il mio nome combina casini io non ne só niente vi chiedo attenzione”

12/12/2016 ore 20:40 “Dedicato a quello stronzo che si spaccia per me : vieni a trovarmi vedrai che ti passa la voglia imbecille”

14/12/2016 ore 22:37 “Continua questa farsa contro di me ma io sono a posto quindi non mi preoccupo”

15/12/2016 ore 10:36 “Devo ringraziare gli amici che mi manifestano solidarietá sù questo stupido messaggio che gira sù di me lo ripeto non sono io quella persona”

Poi dev’essersi rivolto alle forze dell’ordine perché posta:

15/12/2016 ore 20:36 “Vi ringrazio per le tante richieste di amicizia ma per il momento non posso accettarle finché la polizia postale non risolve il caso comunque grazie”.

Conclusione? Se messaggi allarmistici di questo genere capitano sulla vostra bacheca, NON CONDIVIDETE, NON COPIA INCOLLATE, NON DIFFONDETELI.

Questa voce è stata pubblicata in bufale, Bufale sulla sicurezza e la privacy di Facebook e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...